MINORI​

servizi

COMUNITA' RIABILITATIVA PSICOSOCIALE PER MINORI "GIANBURRASCA" DI SCAGNELLO

La Comunità riabilitativa psicosociale Gianburrasca di Scagnello (CN) è una struttura destinata ad accogliere fino a 10 minori con disabilità e patologie psichiatriche dell’adolescenza o dell’età evolutiva. Le funzioni ad essa associate sono di tipo riabilitativo secondo un modello integrato bio-psico-socio-educativo nei confronti di ragazzi e ragazze che necessitano di un periodo in ambiente protetto come supporto al reinserimento sociale in seguito alla fase acuta della patologia.

In un’ottica preventiva la comunità può ospitare anche minori la cui permanenza in famiglia è problematica e tale da richiedere un temporaneo allontanamento. La struttura, ben radicata sul territorio, offre agli ospiti la possibilità di frequentare la scuola e i centri aggregativi per adolescenti presenti nei comuni di Ceva e di Mondovì. Per ogni ospite viene predisposto un progetto educativo individualizzato sulla base dei bisogni riabilitativi, delle risorse e delle fragilità del singolo. Gli interventi vengono realizzati in collaborazione con i servizi invianti (Neuropsichiatria Infantile, Servizi Socio Assistenziali) attraverso incontri e verifiche periodiche per l’intero arco del percorso riabilitativo.

Obiettivi

La Comunità ha la finalità di dare risposta ai bisogni dei minori inseriti e i loro familiari in situazioni di disagio, grazie all’offerta di un percorso di recupero articolato in diversi livelli di progettualità:

  • individuale: con la definizione del percorso terapeutico ed educativo-riabilitativo personalizzato per ogni ospite inserito, con l’individuazione della durata, degli obiettivi e degli strumenti per la sua realizzazione e verifica;
  • di comunità: con la definizione dei vari momenti della giornata e con la programmazione di attività comuni, delle regole di convivenza, degli impegni e delle responsabilità reciproche;
  • di rete: con la predisposizione di un progetto di integrazione con le agenzie del territorio (scuola, parrocchia, centri ricreativi, gruppi di animazione, gruppi del volontariato, servizio inserimenti lavorativi) e il contesto di provenienza (famiglia, rete sociale d’origine).

Attività

All’interno di questo percorso sono fondamentali i molteplici interventi educativi e di animazione, come il laboratorio musicale, artistico, di apprendimento cognitivo e lettura, di disegno, piscina, danza, di lavorazione della creta, di informatica, attività occupazionali di tipo domestico, attività motoria, oltre agli interventi sanitari attraverso visite e colloqui neuropsichiatrici, incontri ed osservazioni psicologiche e sostegno psicoterapeutico. Sono previsti inoltre momenti di organizzazione del tempo libero attraverso gite o escursioni, attività legate alla cura di sé e del proprio spazio di vita e occasioni di ricreazione.

A chi è rivolto

Vengono accolti minori, affetti da disabilità e da patologie psichiatriche dell’adolescenza o dell’età evolutiva, o minori la cui permanenza in famiglia è problematica e tale da richiedere un temporaneo allontanamento.

Figure Operanti

All’interno della struttura opera un’équipe multidisciplinare composta da: coordinatore, educatori professionali, operatori socio sanitari, neuropsichiatra infantile, assistente sociale, psicoterapeuta, psicologo, personale ausiliario.

Modalità di inserimento

Le richieste d’inserimento dovranno essere proposte dagli operatori dei Servizi dell’Azienda Sanitaria del territorio del minore in collaborazione con l’ente gestore delle funzioni assistenziali. Le dimissioni avverranno al termine del progetto d’inserimento e dovranno essere in accordo con gli operatori del territorio in modo da garantire il rientro presso il nucleo famigliare d’origine o, in caso di inesistenza e/o impossibilità, l’accoglienza in altri contesti (comunità, affidamenti familiari…) secondo la tipologia indicata dalla normativa specifica.

Parole chiave

Minori/ educazione/ crescita/ responsabilità/ autonomia/ socializzazione/ territorio/ rete/ scuola

Carta dei Servizi

contatti

Cooperativa Coesioni Sociali

C.so Piave, 71/B – ALBA (CN)

tel. 0173 290904-0173 366756

fax. 0173 228321

E-mail: info@coesionisociali.it 

www.coesionisociali.it

Comunità riabilitativa psicosociale Gianburrasca

P.zza Giovanni XXIII, n.4

12070 SCAGNELLO (CN)

Tel. 0174 703950     

Fax 0174 703936

E-mail: gianburrasca@coesionisociali.it; gianburrasca@pec.coesionisociali.it